Thursday, 22 January 2009

Cosa resta della neve?

Ora come ora, delle fotografie.

Fotografare la neve è un atto molto violento. Più violento che fotografare i fiori.

Così passeggera, da queste parti.
Il suo arrivo è stagionale,

eppure a volte viene, a volte no, e non so mai quando.

Né so esattamente quanto ci metterà a tornare acqua,
e infilarsi nelle crepe della terra.


La neve fa fiorire sui rami certezze effimere.
Mi tranquillizza col suo manto,
mi turba col suo tempo minerale.

2 comments:

Anonymous said...

Per bacco.
S

Falino said...

belle.