Tuesday, 3 March 2009

A 18 anni


Behind Blue Eyes, di Pete Townshend,
interpretata da Eighteen Boy Babich.

A 18 anni avevo capelli corti.
-
A 18 anni vestivo spesso di grigio.
-
A 18 anni avevo spesso un'espressione stanca e preoccupata.
-
A 18 anni suonavo quasi ogni giorno Behind Blue Eyes,
senza mai impararla veramente.
-
A 18 anni non andavo a ritmo
perché quasi nulla conoscevo del mio ritmo.
-
A 18 anni non è che fossi poi così diverso da oggi, solo che non ero cosciente né dei miei limiti, né delle mie potenzialità. Ed è una bella differenza, che ora mi permette, giorno dopo giorno, di accettarmi meglio per quello che sono.
-
E per quello che suono.

5 comments:

Anonymous said...

Una bella differenza B.

Fabio said...

Non la tua performance migliore, ma è di cuore dunque è bella. (belle le doppie vocine)

Fabio said...

Perdonami. Nella mia lentezza colgo solo ora che l'imperfezione era parte del piano. So sorry. (belle lo stesso, le doppie vocine)

Falino said...

AAH, no, così mi accieca questo sito!

Baddo said...

Veramente è una delle prime canzoni che ho imparato anche perhè è facile, ma nemmeno io l'ho mai davvero imparata. Adesso ho una chitarra elettrica, dovrei?