Tuesday, 9 September 2008

Il Rinconiglio

Beatrix Potter, Peter Rabbit

Siccome il libro di Hrabal è incentrato su "l'incredibile che diventa realtà", dopo averlo terminato ho pensato di approfondire, se non sprofondare, addentrandomi nella lettura di "Alice nel paese delle meraviglie". L'ho cominciato ieri ed è, banalmente, molto bello. Ebbene, oggi l'incredibile è diventato realtà. Mentre cammino attraverso i campi per andare in redazione, ascoltando la sigla si un cartone animato chiamato "Belfy e Lillibit", mi si para d'innanzi... un coniglio. No, non bianco, decisamente fulvo e ciccione. Con una naturalezza che mi spaventa, sbuca saltellando da un campo di pannocchie (quel campo di pannocchie) e si piazza in mezzo al sentiero, a un metro da me. Mangia qualche foglia di malva, noncurante della mia presenza. Strano, visto il mio passo da umano sgraziato. Lo guardo per un po', mi chino e noto che tiene gli occhi chiusi. Un coniglio cieco, o forse sonnambulo. Di certo è un Rinconiglio, a dare tanta fiducia a me, rappresentante di cotanta progenie malvagia, idiota e scellerata.
Ormai a mio agio nell'incredibile diventato realtà, mi pronuncio: "Scusi, signor coniglio, mi lascerebbe passare?" Il Rinconiglio non batte ciglio (anche perché con gli occhi chiusi è difficile). Ci vuole un fischio a trenta centimetri dal suo musetto, allora sì che il nostro reagisce, schizzando balzellon balzelloni verso il campo di granturco, guidato dalla fifa che, a volte, è meglio degli occhi. Alla cieca, ma anche un po' alla ceca.

4 comments:

Carosella said...

Un vero coniglio che attraversa un vero campo. Se abitasse in un libro avrebbe avuto gli occhiali spessi. Una specie di immedesimazione istantanea è qualcosa alla quale non si può opporre resistenza. Anch'io ci vedo poco, anch'io non sento certe cose che non voglio sentire. E mi piacciono i campi, le carotine e andarmene in giro.
In questo periodo mi sento molto molto rinconiglia.

VeryWendy said...

A te il Rinconiglio, a me il Rincolombo.

Anonymous said...

Che fortuna attraversare un campo di pannocchie per andare a lavorare.
Qui ben che vada puoi incontrare la Rincopantegana.
S

B. said...

Rincolombo e Rincopantegana sono ovunque! Ahinoi!
comunque sì, è bello andare a lavorare passando campi e navigli. Tuttavia, se dico che è la parte migliore del mio lavoro, di colpo il tutto prende una piega un po' inquietante...

B.