Sunday, 7 September 2008

Tutta la slavitudine di cui avevo bisogno

Bohumil Hrabal.

Ho appena finito di leggere "Ho servito il Re d'Inghilterra" di Bohumil Hrabal, uno dei più grandi scrittori cechi di sempre. È il primo romanzo che leggo dopo tantissimo tempo, un tempo occupato da qualsivoglia tipo di lettura che non fosse, per l'appunto, di carattere narrativo.

E di carattere, in questo romanzo, ce n'è a secchiate, ed è così squisitamente slavo che non ci si può credere. Ci voleva: mi sento molto più congruente nella mia incongruenza, e gioisco che si possa costruire un romanzo di formazione che non ha bisogno di scomodare etica e morale, ma che anzi si sporca, rocambolesco e ilare, di tutti i peggiori mali del mondo, sensazione amplificata dal contesto storico attraverso cui si sviluppa (la prima metà del Novecento). Il protagonista ne combina di ogni, e lordandosi di umanità nei modi più creativi riesce a unire tutti gli opposti fino a trovare una dimensione mistica e sincera, in un finale straordinario. Se l'avete letto, e se avete un briciolo di slavitudine nelle vene, ne converrete con me: "Ho servito il Re d'Inghilterra" è il "Siddharta" slavo. E anche una simile sparata iperbolica lo è. Slava.

Ri-scopertomi fan di Hrabal, ho scoperto due cose:

1) Hrabal è morto cadendo dal quinto piano di un ospedale, pare scivolando da una balaustra mentre dava da mangiare a dei piccioni. Essendo una scena descritta in un suo libro, l'accidentalità è assolutamente poco credibile. Quanta poesia, però.

2) Jiří Menzel ha girato un film tratto dal libro appena due anni fa. Non ancora né doppiato né distribuito quaggiù. Cliccate sul link: è la prima pagina web in ceco della vostra vita, forse.

4 comments:

carosella said...

lo compro

Anonymous said...

Che bella, invogliante recensione. Un romanzo di formazione non moralista.
Divento una fan a priori anch'io.
S

B. said...

Accipicchia, dovrei fare il recensore di professione, se sortisco questo effetto. Anzi, visto che già lo faccio, direttamente il "product manager":)

B.

PS Benvenuta S!

Anonymous said...

Grazie dell'ospitalità.
S